Scatta l'obbligo delle gomme invernali o catene a bordo

La data è quella: 15 novembre, cioè il momento in cui nella maggior parte delle regioni italiane scatta lʼobbligo di montare le gomme invernali o di avere a bordo le catene.
Ma il caldo degli ultimi giorni e le temperature ben al di sopra dei 7° C (quando le coperture invernali danno il meglio di loro) renderebbero davvero superfluo obbedire allʼobbligo, soprattutto in città. Anche per una ragione importante: la sicurezza.

Gli pneumatici invernali, infatti, hanno una resa migliore quando i fondi sono viscidi, ghiacciati, innevati, non sempre solo perché si è nei mesi freddi dellʼanno. Non solo, ma aumentano anche i consumi di carburante se montati quando fa troppo caldo. Eppure da oggi scattano le ordinanze di obbligo di circolazione con le gomme invernali, quelle con la sigla M+S e il simboletto delle tre cime di montagna sul fianco dello pneumatico. Il testimone allora passa agli enti gestori delle strade ‒ Anas, Autostrade per lʼItalia, altre società concessionarie, ma anche le province, i comuni ‒ che dovrebbero decidere lʼobbligo in base alle previsioni del tempo.

Secondo Assogomma, lo scorso anno le ordinanze furono emanate da 59 province su 107, da molti comuni e dalla maggioranza dei gestori di autostrade. Questʼanno si prevede che saranno emanate più di 200 ordinanze. Il consiglio allora, oltre al buon senso di chiedersi se vale la pena montare subito le gomme invernali (quando il tempo si fa brutto, tutti gli automobilisti avvertono la responsabilità di farlo), è seguire le ordinanze in vigore in Italia nellʼapposita area del sito Internet www.pneumaticisottocontrollo.it. E per fare chiarezza è nato anche un nuovo sito dʼinformazioni per la sicurezza: www.invernoinsicurezza.it.



 FONTE: TGCOM24
 
16.11.2015 | 14.33



 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un tuo commento...





.

VUOI CONDIVIDERE?