Fano, all'Istituto Olivetti "una serata con i Nobili Petrucci"- VIDEO



FANO - Sabato 24  gennaio alle ore 16:00 presso il Palazzo Petrucci in via Nolfi 37 a Fano
(sede oggi dell'Istituto Professionale Adriano Olivetti), si è svolto l'evento che nasce dalla collaborazione con l'Associazione "la Pandolfaccia" e gruppo di danza storica "Guglielmo Ebreo da Pesaro".


Grazie alla preziosa collaborazione tra l'Istituto Olivetti  e due importanti associazioni, è stato possibile realizzare un evento unico nel territorio, che ha avuto come protagonisti principali gli studenti, i quali hanno indossato abiti d'epoca e hanno letto testi del '600. Hanno inoltre curato la scenografia,  la documentazione fotografica e riprese dell'evento.

È stato un appuntamento col passato, ma anche un augurio ed una speranza per il futuro. La lectio Magistralis del dott. Battistelli ha proiettato i presenti indietro nel tempo  quando  la vita era meno facile, ma anche più semplice ed essenziale. Il Palazzo Petrucci, tutto racchiuso nelle sue mura,  è stato l’ambiente ideale per far risorgere questo passato: ecco i nobili  del Palazzo, corte e i servitori,  gli usi quotidiani  e i costumi, le distrazioni ed i divertimenti, che si intrecciano in un quadro affascinante .

La manifestazione ha avuto una doppia valenza: in  primo luogo ha valorizzato il patrimonio storico-culturale della città di Fano e poi creare un'efficace occasione didattica  per gli studenti dell'Istituto avvicinandoli alla storia sia in qualità di spettatori che di protagonisti, calandosi con entusiasmo nelle vesti degli antichi personaggi  della famiglia Petrucci che hanno abitato a lungo nel Palazzo. Tutto ciò ha fornito una occasione unica per conoscere usi quotidiani e costumi di chi ha vissuto tra queste nobili mura con la convinzione che conoscere il nostro passato ci aiuterà  a capire di più  il presente per creare un futuro migliore.

L'intero ricavato della sera è stato donato all'associazione "Un filo per la vita", associazione con la quale l'Istituto Olivetti ha già collaborato lo scorso anno, la quale occupa della  ricerca per migliorare la qualità e l'aspettativa di vita di tanti bambini sottoposti a nutrizione artificiale a domicilio (parenterale ed enterale) ed affetti da insufficienza intestinale cronica benigna.


VIDEO






08.01.2014 | 19.50




 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un tuo commento...





.

VUOI CONDIVIDERE?