Invasione meduse, nessun pericolo

FANO - Quando osserviamo una medusa quello che ci balza in mente è la pericolosità di questo animale che potrebbe provocarci un’irritazione dovuto ai tentacoli urticanti.

Qui subentra un problema di conoscenza e di cultura. Non tutte le meduse hanno tentacoli urticanti come nel caso della medusa che in questi giorni sta transitando lungo la costa (generalmente si osservava nel mese di settembre). La specie in questione è la bellissima Cassiopea Mediterranea (Cotylorhiza tubercolata) una specie endemica del mediterraneo.
 
Può raggiungere i trenta centimetri di diametro con una colorazione bruno-giallastra e dei bellissimi tubercoli viola-bluastri, molto vivaci che non  causano nessun problema.
Spesso sotto questo enorme cappello sostano piccoli pesciolini di varie specie che la usano come un enorme salvagente.
In spiaggia tantissime persone osservavano stupite questo vistoso animale apprezzandone l’aspetto altri come per salvare la vita ai bagnati le prendevano e le lanciavano come se fossero sassi lungo la riva facendole agonizzare e morire pur essendosi accorti che la specie non era pericolosa.
Ci rivolgiamo con questo articolo a coloro che distruggono ciò che non conoscono per partito preso, occorre conoscere prima di agire e dare ai bambini messaggi corretti e non la distorcere la verità.
Spesso nel nostro paese la non conoscenza delle abitudini di molti animali ha causato la loro rarefazione o addirittura l’estinzione a livello locale seguendo vecchie tradizioni o racconti popolari che dal punto di vista scientifico sono completamente errati.
 
 
 
ASSOCIAZIONE NATURALISTICA ARGONAUTA FANO



18.08.2013 | 19.41







Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un tuo commento...





.

VUOI CONDIVIDERE?